- Parrocchia
     - Chiese
     - Santi
     - Sacerdoti
     - Cons. Pastorale
     - Archivio
     - Associazioni
     - Gruppi
     - Collaborazioni
     - Sala Manfredda
     - Orario Messe
     - Contattaci

 - Oratorio

 - Ordini Religiosi


  Ricerca nel sito
 
Web
parrocchiagalliate.it
Ultimo aggiornamento: 19/09/2017
  

 Torna alla lista degli articoli

Salve Regina
Percorriamo il mese di maggio sui passi di Maria madre di misericordia

 

(la visitazione-Galliate-chiesa S. Rocco Perracino)
 
Percorriamo il mese di maggio
sui  passi di “Maria madre di misericordia”
 
Una delle preghiere più comuni a cui ricorriamo per impetrare grazie è la “Salve Regina”.  In questa preghiera salutiamo la Vergine Maria madre di misericordia e speranza nostra, chiedendole, pure, di rivolgere su di noi i suoi occhi misericordiosi e di mostrarci il volto del suo figlio Gesù. Anche se questo mondo ci appare molte volte come una “valle di lacrime”, sappiamo a livello di fede che in “questa valle” sono molti i germogli di vita nuova, espressione del Cristo risorto. Percorreremo il mese di maggio con i nostri occhi di misericordia che si posano sui volti dei  nostri fratelli e delle nostre sorelle che soffrono nel corpo e nello spirito. Sia gli incontri che realizzeremo comunemente nelle nostre chiese sparse  sul territorio, come gli incontri che vorremmo numerosi nelle nostre case, possano trasformarsi in veri cenacoli dove si possa contemplare attraverso la recita del Rosario il mistero di Dio e la realtà umana.
Avremo tra le mani un piccolo sussidio che ci aiuterà a pregare e a riflettere seguendo il metodo indicato dal beato Paolo VI, per diventare comunità aperte, capaci di accoglierci e accogliere, che possano essere segni di comunione e di speranza.
Questa preghiera di mons. Tonino Bello, che mantiene sempre la sua freschezza,  ci animi nei nostri incontri:
Salve Regina, donna missionaria, tonifica la nostra vita cristiana  con quell'ardore che spinse te, portatrice di luce, sulle strade della Palestina.
Anche se la vita ci lega ai meridiani e ai paralleli dove siamo nati,
fa' che sentiamo egualmente sul collo il fiato delle moltitudini che ancora non conoscono Gesù.
Spalancaci gli occhi perché sappiamo scorgere le afflizioni del mondo. Non impedire che il clamore dei poveri ci tolga la quiete.
E liberaci dalla rassegnazione di fronte alle tante sofferenze del mondo.
O clemente, o pia, o dolce Vergine, Maria.
don  Ernesto


Torna alla lista degli articoli
Immagini
visualizza immagine 
Copyright © Parrocchia di Galliate 2005 - Tutti i diritti sono riservati - e-mail:parrocchia.galliate@davide.it
Powered by:  Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing