- Parrocchia
     - Chiese
     - Santi
     - Sacerdoti
     - Cons. Pastorale
     - Archivio
     - Associazioni
     - Gruppi
     - Collaborazioni
     - Sala Manfredda
     - Orario Messe
     - Contattaci

 - Oratorio

 - Ordini Religiosi


  Ricerca nel sito
 
Web
parrocchiagalliate.it
Ultimo aggiornamento: 19/09/2017
  

 Torna alla lista degli articoli

DALLA MIA MESSA ALLA NOSTRA MESSA

Per una Eucaristia sempre più vera un cammino comunitario a partire dall’Eucaristia.

Vogliamo richiamare alcune scelte pastorali che ci aiutano a vivere l’incontro centrale della settimana: che è il giorno del Signore, per lasciarci plasmare dall’Eucaristia: andare all’Eucaristia come alla fonte della vita cristiana. Orientiamo le nostre celebrazioni dell’Eucaristia ad avere sempre di più un orizzonte comunitario, eliminando la tendenza alla “privatizzazione” della Messa.

E’ sempre utile richiamare il nostro ultimo SINODO diocesano che ha già affrontato questo tema, inserendolo nel libro III, dove si riflette sull’Eucaristia:

“Dall’Eucaristia nasce la forza e la “spinta” per la nostra Chiesa a rinnovarsi nelle sue strutture, nella sua azione pastorale e nella sua stessa vita perché il mistero celebrato si manifesti concretamente in frutti di santità, di fedeltà alle chiamate dello Spirito, di testimonianza d’amore a tutti, specialmente ai poveri e agli ammalati; in definitiva di capacità profetica nell’indicare al mondo l’unico suo futuro possibile”.

L’Eucaristia celebrata in verità di spirito impegna i credenti a liberarsi dall’egoismo e dalle chiusure abituali”(XX Sinodo Diocesano,libro III cap. I, 1990).

Ogni anno la comunità celebra l’Eucaristia nella quale bambine/i, ragazze/i ricevono la Prima Comunione e la Cresima. Ricordiamo che non sono celebrazioni private, ma di tutta la comunità  che gioisce per il primo incontro dei ragazzi con Gesù presente nell’Eucaristia ed è vicina ai cresimandi invocando l ’abbondanza del dono dello Spirito, perché diffondano nel mondo il buon profumo di Cristo e assumono responsabilità all’interno della comunità parrocchiale.

E’ bene che incominciamo a dare segni di credibilità della nostra fede con una partecipazione costante e attiva al- l’Eucaristia domenicale e a creare un clima di sobrietà e condivisione in occasione delle celebrazioni dei sacramenti.

Le Associazioni presenti in Galliate sono numerose, sia civili che militari,  e la scelta per ricordare i defunti viene fatta prevalentemente nella messa delle ore 11.00.

L’Associazione verrà ricordata nella preghiera dei fedeli, mentre la preghiera specifica dell’Associazione verrà recitata allo scurolo dei Santi Martiri al momento opportuno. A questi testimoni della fede vogliamo affidare il nostro impegno per costruire una società più giusta, fraterna e in pace.

Continueremo in modo concreto nella nostra comunità il cammino che ci aiuti a togliere la mentalità della “messa privatizzata”, perché la messa sia “più vera”.

E‘ doveroso infatti ricordarci che:

·         nella celebrazione comunitaria dell‘Eucaristia il ricordo per i defunti è esteso a tutti i defunti, anche se poi ciascuno  prega per i propri cari;

·    tuttavia può risultare opportuno segnalare di volta in volta, come intenzione di preghiera comunitaria, il ricordo particolare di persone vive o defunte: non è necessario pronunciarne i nomi e i cognomi a voce alta durante la celebrazione, è sufficiente indicarli negli appositi luoghi delle chiese;

·     è bene ricordare che le offerte elargite dai fedeli  in occasione di messe, altri sacramenti o collette, hanno una triplice finalità:

riprendere lo spirito genuino della chiesa primitiva le cui offerte erano orientate alla carità in favore dei poveri;

       

2°   sovvenire alle molteplici necessità della parrocchia nelle sue persone e nelle sue strutture;

aprirci agli orizzonti  della missione con spirito solidale.

Pertanto, per porre segni concreti di una comunità viva, continueremo a realizzare queste scelte:

a)    i nomi dei defunti saranno pronunciati solo durante i funerali;

b)    i legati manterranno il giorno fissato; i “legati conglobati” saranno ricordati al 1° venerdì del mese corrispondente;

c) le messe, sia nella chiesa parrocchiale che nelle chiese rionali, potranno essere celebrate con più intenzioni e queste saranno esposte nei luoghi appositi;

d) gli orari delle messe e di altre celebrazioni potranno essere cambiati per esigenze diocesane, di vicariato o parrocchiali;

e) il ricavato delle offerte sarà dedicato a sostenere le necessità della comunità parrocchiale, sviluppare opere di carità in favore dei poveri e diffondere una maggiore apertura allo spirito missionario;

f) i sacerdoti, con quanto corrisponde loro mensilmente per le messe celebrate e  con altre offerte pervenute allo scopo, sosterranno alcune micro-realizzazioni che saranno individuate assieme alla comunità (realizzazioni già adempiute es.: Kenia: Sr. Aurelia, Wamba; Nevé-Shalon: ragazzi Israeliani-Palestinesi,;Uruguay: Comumità Keiròs Montevideo, don Marco, Alternativa-Chuy ; Togo, Senegal, Pakistan, Libano, Madagascar, Borneo; adozioni a distanza, case accoglienza, Caritas...).

L’amore di Cristo, manifestato in noi nell’Eucaristia, si trasforma così in un gesto d’amore verso i nostri fratelli, per  sentirci comunità “in cantiere”, responsabili nella costruzione del Regno di Dio.



Don Ernesto

Torna alla lista degli articoli
Copyright © Parrocchia di Galliate 2005 - Tutti i diritti sono riservati - e-mail:parrocchia.galliate@davide.it
Powered by:  Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing