- Parrocchia

 - Oratorio

 - Ordini Religiosi

 - Link


  Ricerca nel sito
 
Web
parrocchiagalliate.it
Ultimo aggiornamento: 11/10/2017
NOTIZIE DA DON MARCO - RICORDANDO ANTIMO

Anche se un po’ di corsa... due pensieri di saluto ad Antimo, per la messa o per il giornale o anche solo per condividerlo tra amici. È un po’ ironico, però mi sale dal cuore così.

 

Eh, Signore, Signore... Una parte del mio cuore, con un velo di tristezza, vorrebbe chiederti: “Ma era proprio necessario?!?!”... Però, in realtà, prevale un profondo senso di gioia e pace. Ed approfitto di questo momento, in cui tanti familiari ed amici stanno accompagnando il caro Antimo all’ingresso nella vita eterna, per unirmi a loro e scriverti, con un pizzico di ironia: “Ma ci hai pensato bene?!?!”. Già, perché Antimo non è esattamente un tipo tranquillo. E temo che verrà a portarti un po’ di sconquasso in paradiso... Guarda che è un gran testardo, non sarà facile convincerlo che la ragione ce l’hai tu; e quando si mette in testa un progetto, ti tira matto finché non lo realizza. Mi ricordo quando mi raccontava di come faceva impazzire le sue maestre delle elementari; ed una di loro era mia zia! Che coincidenza! Il carattere, sempre allegro; ma sta’ alla larga se è di malumore, perché quando si arrabbia... te lo raccomando! Un cuore generosissimo, qualunque cosa tu abbia bisogno, potrai sempre contare su di lui. Uh, ideona! Potresti mettere su un laboratorio di judo, sono sicuro che riuscirebbe a mettere in riga anche gli angioletti più turbolenti e vivaci. E se poi riuscite a costruire una palestra, allora sì, sarebbe il paradiso perfetto! Per l’inaugurazione, salamelle e patatine fritte per tutti. E per i più stretti collaboratori, alla fine della festa, un piatto di penne arrabbiatissime e un goccio di limoncello; ma non dimenticare il “carburante” mentre le griglie vanno a pieno ritmo; insomma, ci siamo capiti no?

Ma forse... mi risponderai... che lo conosci meglio di me. E che proprio per questo sei felice che adesso venga a far parte ancora più strettamente della tua famiglia. Pertanto lo affido al tuo abbraccio misericordioso, ricordando con affetto i tanti momenti passati insieme, in quei quattro anni in cui a volte come padre a volte come fratello mi ha sempre accompagnato nel simpatico ed evangelico caos dell’oratorio. E ti prego di colmare i suoi cari con questa stessa pace e gioia che sento nel mio cuore. Ah, dimenticavo... è anche un po’ terrone. Un po’ tanto terrone. Ma proprio per questo è un grand’uomo e si è meritato l’amore di tutti noi.


Torna all'elenco delle news
Copyright © Parrocchia di Galliate 2005 - Tutti i diritti sono riservati - e-mail:parrocchia.galliate@davide.it
Powered by:  Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing