- Parrocchia

 - Oratorio

 - Ordini Religiosi

 - Link


  Ricerca nel sito
 
Web
parrocchiagalliate.it
Ultimo aggiornamento: 19/04/2017
IL CIECO NATO
Testodi Pierangelo Comi

Io sono - dice Gesù - la vera luce del mondo.
La luce, quella vera, è ciò che trasmette la vita.
Come lui, anche noi siamo luce, che come
vita o morte in noi si traduce.
Di fronte ad un cieco o handicappato,
per colpa di chi così fu creato, chiesero
i discepoli a Gesù che rispose:
“Dio per lui farà grandi cose.
Dio creatore, vedendo le tenebre
Come cosa buona la luce creò”.
Gesù vedendo in quel cieco le tenebre,
nello stesso modo la luce a lui donò.
Per terra sputò
e il fango sugli occhi del cieco spalmò
e a Siloe a lavarsi il cieco mandò.
Non più cieco ma vedente quell’uomo ritornò.
“E’ lui non è lui gli assomiglia forse però”.
“Io sono io sono che mi si riconosca o no, rinato io sono, nuova creatura,
io sono in pienezza” l’ex cieco gridò.

“Quell’uomo che si chiama Gesù
Jeshua Joshua così m’ha guarito
dalla mia cecità.
Per terra sputò
e il fango sugli occhi Lui mi spalmò e a Siloe a lavarmi poi mi mandò.
Non più cieco ma vedente per sempre sarò”.

E il cieco guarito ai farisei fu portato,
che ipocriti falsi sepolcri imbiancati,
poiché il sabato Gesù non ha osservato
non accettano il bene di tali miracoli.
E’ da Dio che viene. E’ un peccatore però
il sabato, la legge trasgredire non può.
Gli ha aperto gli occhi, questo è evidente
ma in che modo chiediamolo ancora a quell’impertinente

Ma i farisei allora gli imposero
di confessare che Gesù è un peccatore
e come tale non può certo ridare
ad un cieco la vista anche contro l’evidenza.
“Non so se lo è o no, ora ci vedo però
mi ha aperto gli occhi mi ha liberato
dall’istituzione, dalla religione di stato
e perchè s’apran gli occhi a tutti questo griderò:

Cacciato dal tempio, scomunicato
ma con gli occhi aperti, dal carcere liberato,
lo cerca e lo trova Gesù che gli disse:
“Credi tu in chi per te le tenebre vinse?”
“Dimmi chi è, perchè creda in lui”.
“Lo vedi, è colui che qui parla con te
e come te, i ciechi vedranno
ma non coloro che pretesa ne avranno.
Ciechi, guide di ciechi: Jeshuà Joshua
lasciatevi guarire dalla vostra infermità”.
Per terra sputò
e il fango sugli occhi del cieco plasmò
e a Siloe a lavarsi il cieco mandò.
Non più cieco ma vedente quell’uomo ritornò.


Torna all'elenco delle news
Copyright © Parrocchia di Galliate 2005 - Tutti i diritti sono riservati - e-mail:parrocchia.galliate@davide.it
Powered by:  Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing